Caratteristiche organolettiche

Il Mandorlato è un dolce energetico che può essere consumato da tutti senza alcun problema.

Occorre sfatare anzitutto un luogo comune, e cioè che il Mandorlato “faccia ingrassare”.
Infatti, 100 gr. di prodotto forniscono all’organismo circa 400 calorie (più precisamente, le proteine apportano l’8% delle calorie, i grassi il 43% ed i carboidrati il 49%).
Se paragonato al cioccolato, questo dolce è meno calorico (il cioccolato apporta infatti circa 900 calorie per 100 gr.) perché la percentuale di grassi è più bassa.
Inoltre, i grassi contenuti nelle mandorle sono monoinsaturi, cioè “buoni”, e questo conferisce al Mandorlato un pregio nutrizionale rispetto ad altri dolci generalmente ricchi di grassi saturi come torte e merendine.
A ciò si deve aggiungere che il mandorlato è ricco di magnesio, potassio, ferro e zinco, sali e minerali questi che sono indispensabili ad una corretta alimentazione.
Il Mandorlato Scaldaferro si differenzia sostanzialmente dagli altri prodotti in commercio nel mercato Italiano. Contiene anzitutto oltre il 55% di mandorle, che lo rendono di molto superiore agli standard qualitativi richiesti dagli altri paesi europei e agli altri torroni italiani di tipologia industriale .
Le Mandorle, accuratamente selezionate, sono di una particolare qualità Italiana,e si caratterizzano per il calibro medio-piccolo, la compattezza e lucentezza e per la notevole componente oleosa che assicura al Mandorlato un sapore deciso.
La percentuale d’acqua contenuta nel Mandorlato Scaldaferro è inferiore al 4%. Ciò rende il prodotto eccezionalmente conservabile (purchè sia mantenuto a temperatura costante in un ambiente non eccessivamente umido o caldo).
La miscela di miele utilizzata nell’impasto viene riscaldata a bagnomaria, ma non subisce ebollizione, conservando pertanto inalterate le sue caratteristiche nutrizionali.
I fiori da cui vengono estratti i mieli utilizzati nel prodotto sono privi di pesticidi.
L’impasto viene cotto lentamente a bagnomaria per oltre 12 ore.
Ciò lo differenzia dalle tecniche rapidissime di concentrazione sottovuoto e cottura dei torroni industriali che durano pochissimi minuti.
Il Mandorlato Scaldaferro viene sottoposto ad attenti e periodici controlli igienici. Le analisi, che vengono effettuate a campione direttamente dal laboratorio della ditta escludono la presenza di cariche microbiche e tracce di muffe, lieviti o amidi, che talvolta sono presenti nei torroni di qualità inferiore.
Il Mandorlato Scaldaferro è un alimento eminentemente energetico con un buon contenuto di proteine. Tali caratteristiche derivano dagli ingredienti, in parte glucidici (miele e glucosio), in parte lipidici (mandorle) e in parte proteici (mandorle e albume d’uovo).
Al composto è aggiunta a fine cottura polvere di vaniglia in bacca addizionata a zucchero a velo.
Gli zuccheri presenti sono altamente digeribili (fruttosio e glucosio), mentre le proteine vengono nobilitate dalla presenza di quelle dell’uovo, che sono in assoluto le migliori presenti in natura e integrano la qualità degli aminoacidi essenziali forniti dalle mandorle.
Le mandorle sono anche la fonte lipidica del torrone, caratterizzata dalla prevalenza degli acidi grassi monoinsaturi (quasi esclusivamente) e dall’elevato contenuto in acido linoleico, sostanza indispensabile per il nostro organismo.
Questo tipo di composizione è ormai da anni considerata ottimale per ottenere la riduzione del rischio cardiovascolare, in quanto l’acido oleico e linoleico comportano benefiche modificazioni del profilo dei lipidi plasmatici, riducendo il colesterolo totale lasciando inalterato quello HDL, il cosiddetto “colesterolo buono”. Tali modificazioni si riflettono in una riduzione dell’indice di rischio cardiovascolare.
Gli ingredienti del torrone garantiscono un discreto apporto vitaminico, soprattutto per quanto concerne il complesso B e la vitamina E, anche se parzialmente ridotto dal trattamento termico.
E’ interessante anche il contenuto in minerali, soprattutto oligoelementi come il rame, lo zinco, il magnesio ed il manganese, indispensabili per numerosi processi biologici.
Il Torrone Scaldaferro è pertanto un alimento completo che può integrare una normale alimentazione, anche in considerazione della sua friabilità.
Può ritenersi indicato nel caso di fabbisogni nutrizionali aumentati, come negli sportivi o durante l’allattamento e la convalescenza da malattie, o in situazioni di ridotta assunzione di cibo, in virtù anche della sua appetibilità.
Piccole quantità, dell’ordine di alcune decine di grammi al giorno, possono costituire un gradevole dessert anche nei regimi ipocalorici di soggetti in sovrappeso poiché, in tal caso, il moderato apporto calorico si associa all’elevata qualità nutrizionale.